Tubi multistrato: temperature massime e resistenza al gelo

Tubi multistrato: temperature massime e resistenza al gelo

Tubi multistrato: temperature massime e resistenza al gelo

Un sistema di tubazioni sicuro, conforme ed efficace inizia con la scelta del prodotto giusto per il progetto. Tubazioni adeguate contribuiranno a favorire l’efficienza energetica dell’edificio, riducendo al minimo i costi di gestione e offrendo all’utente finale un ambiente più confortevole. Tra i fattori da considerare anche le temperature che il tubo può sopportare e la sua resistenza al gelo.

I tubi multistrato per riscaldamento e impianti idrosanitari, anche potabile, sono un’opzione versatile che combina i benefici dei materiali metallici con quelli polimerici, per una resistenza impareggiabile in qualsiasi condizione di utilizzo.

Tubo multistrato Aquatechnik: la stratificazione vincente plastica-metallo

Un tubo multistrato è costituito da tre strati distinti uniti tra loro da due strati di adesivo, che combinano insieme, i punti di forza del metallo a quelli dei materiali plastici. Questo prodotto nasce infatti per rispondere alle esigenze di progettisti e installatori per colmare i limiti delle diverse materie prime, per un risultato che garantisce elevata resistenza e alte prestazioni. 

I tubi multistrato Aquatechnik sono realizzati con una particolare tecnica di estrusione, a partire dallo strato interno della tubazione che viene creato nella prima fase estrudendo polietilene reticolabile insieme ad additivi e catalizzatori. Il secondo estrusore applica lo strato adesivo necessario per inserire il foglio in alluminio. Dopo la perfetta calibrazione di quest’ultimo, la saldatura a TIG garantisce l’uniformità dello spessore sulla circonferenza del tubo e nella zona di saldatura. Successivamente il terzo estrusore riveste l’alluminio di adesivo per poi estrudere lo strato finale di polietilene reticolabile. 

La stratificazione in PE-Xb/Al/PE-Xb conferisce notevoli vantaggi al tubo multistrato Aquatechnik: è resistente alla corrosione, igienico e non è permeabile all’ossigeno e alla luce. Ha una dilatazione termica ridotta rispetto alla maggior parte delle materie plastiche e trattiene il calore grazie alla sua composizione. Offre un sistema resistente e durevole come le tubazioni in metallo, ma è più leggero e flessibile. Si tratta di una combinazione vincente che non solo garantisce un’installazione più efficiente, ma supera molte delle sfide specifiche dei materiali che potrebbero portare a costosi errori o guasti nel corso della vita dell’impianto.

Caratteristiche di resistenza: le temperature del multistrato

Multi-calor di Aquatechnik ha un ciclo di vita di almeno 50 anni con l’impiego a pressioni di 10 bar e una temperatura in esercizio continuo pari a 70°C con picchi di 95°, come richiesto dalla norma UNI EN 21003. Per temperature di esercizio inferiori ai 95°C, le tubazioni possono resistere a pressioni superiori ai 10 bar, mantenendo un altissimo grado di affidabilità nel tempo e allungando la loro durabilità.

In caso di condizioni metereologiche estreme, i tubi multistrato multi-calor Aquatechnik possono lavorare con temperature minime di -45°C. Per l’impiego sotto gli 0°C, è necessaria l’additivazione con glicole o antigelo. 

Le condizioni di esercizio delle tubazioni multi-calor vengono riportate nella tabella:

I tubi multi-eco si distinguono dalla serie precedente per lo strato esterno in PE-HD, mantenendo la stessa composizione per lo strato di alluminio intermedio e lo strato a contatto con il fluido in PE-X. La temperatura massima di esercizio di multi-eco arriva fino a 95°C in esercizio continuo, con picchi di 100°C, mentre la temperatura minima è uguale alle tubazioni multi-calor, ossia -45°C.

Le condizioni di esercizio delle tubazioni multi-eco vengono riportate nella tabella:

I tubi multi-calor e multi-eco sono certificati per tutte le quattro classi di applicazione che individua la già citata norma internazionale UNI EN 21003 per pressioni fino a 10 bar.

Tabella

Le tubazioni multistrato Polipert hanno una composizione differente. Si tratta di cinque strati solidali tra loro: lo strato interno ed esterno sono in Polietilene con accresciuta resistenza alle temperature. Tra queste viene estruso uno strato in EVOH che funge da barriera all’ossigeno. L’adesione tra gli strati è garantita da speciali adesivi. Queste tubazioni non sono idonee al trasporto di acqua potabile, a differenza di multi-calor e multi-eco. Sono invece ideali per la realizzazione di impianti a pavimenti radianti e nel riscaldamento a basse temperature. La temperatura massima in esercizio continuo di Polipert è 70°C e, secondo la norma ISO 22391, si può utilizzare nella 4 classe di applicazione:

Tabella

Le condizioni di esercizio di Polipert a seconda dei diametri sono riportate nella tabella:

Tabella

Sia i tubi multi-calor che multi-eco sono disponibili anche nella versione preisolata per impianti di riscaldamento e idrosanitari ad alta temperatura per il contenimento energetico. La versione isoline di entrambe le tubazioni prevede un rivestimento in polietilene espanso a celle chiuse avente un fattore di resistenza alla diffusione del vapore acqueo μ di circa 5000 ed una conducibilità termica particolarmente bassa λ= 0,040 W/mK. I tubi multi-calor sono inoltre disponibili nella versione isoline plus, il cui rivestimento ha un valore di conducibilità termica λ pari a 0,035 W/mK.

La resistenza al gelo dei tubi multistrato in PE-X

l polietilene reticolato (PE-X) è un materiale che ha subito una modifica della struttura molecolare mediante legami chimici tra le catene polimeriche. La reticolazione consente di migliorare le proprietà prestazionali, tra cui, come visto, la resistenza a temperature elevate, la resistenza chimica e allo stress ambientale e all’abrasione. La flessibilità intrinseca del polietilene reticolato si traduce anche in eccellenti proprietà di resistenza alla rottura per congelamento. Ciò significa che se la tubazione in PE-X riempita d’acqua o di fluidi si congela, l’elasticità del materiale gli consente, entro certi limiti, di espandersi senza incrinarsi o rompersi e di tornare al diametro originale al momento dello scongelamento. 

Tuttavia, esistono variabili di installazione che possono causare il cedimento del PE-X in determinate situazioni. Nei casi di posa all’esterno degli edifici occorre prevedere un adeguato isolamento termico per evitare la formazione di ghiaccio. Il grado di isolamento o l’uso di antigelo necessari per ottenere questa protezione variano per ogni zona climatica e località. Si applicano inoltre le norme e i regolamenti edilizi locali. Da considerare, nella progettazione, anche come le proprietà dei materiali dei tubi multistrato con PE-X offrono un vantaggio intrinseco quando sono sottoposti a condizioni di congelamento, grazie a una conducibilità termica inferiore a quella dei materiali metallici, il che riduce il tasso di scambio termico e può allungare il tempo necessario per congelare il fluido all’interno del sistema.

Le sfide per il settore termoidrosanitario con le tubazioni multistrato

Offrendo il meglio delle tubazioni in materiali polimerici e metallici, un tubo multistrato è la risposta perfetta alle esigenze di progettisti e installatori che cercano soluzioni performanti ed efficienti. Con applicazioni in ogni settore, da quello civile all’industriale e terziario multi-calor, multi-eco e polipert sono indicati per posa libera e sottomuratura. L’ampia gamma di raccordi per tubi multistrato safety completa la risposta di Aquatechnik alle esigenze del mercato in un connubio di resistenza e flessibilità in ogni condizione di esercizio dell’impianto.

 

 

Condividi questo post